Main content

Care concittadine, cari concittadini, con le nuove misure del DPCM in vigore da oggi tutto il territorio nazionale diventa Zona Protetta.

Ognuno di noi DEVE fare la propria parte con la massima responsabilità, rispettando scrupolosamente le regole, la cui violazione sarà peraltro punita secondo le norme del codice penale. Il principio ormai noto a tutti è RESTIAMO A CASA, limitando al minimo indispensabile le uscite, e solo per le esigenze essenziali.

Non corriamo nei supermercati perché MERCI E GENERI ALIMENTARI circolano liberamente (non ci sono rischi di carenza per approvvigionamenti o generi di necessità)

DOBBIAMO EVITARE GLI SPOSTAMENTI.

Sono ammessi SOLO:

PER COMPROVATE RAGIONI DI LAVORO, atteniamoci al tragitto casa-lavoro;

PER NECESSITA’, ci si muove solo si rischia un danno grave per sé o per altri;

PER RAGIONI SANITARIE.

Attenzione però, NON spostarsi in caso di SINTOMI INFLUENZALI. In questi casi chiamiamo il medico di famiglia o il numero verde 800636363.

Saranno disposti controlli delle forze dell’Ordine, che verificheranno le ragioni degli spostamenti.

Per questo portiamo con noi l’autocertificazione compilata, che possiamo trovare sul sito www.comune.collazzone.pg.it

Da oggi si fermano tutte le ATTIVITA' SPORTIVE (anche palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere) e le ATTIVITA’ SOCIALI, RICREATIVE E CULTURALI;

Vietata OGNI MANIFESTAZIONE sia in luogo pubblico, privato o aperto al pubblico;

CHIUSI teatri, cinema, musei, luoghi della cultura.

CHIUSI locali di pubblico spettacolo in genere, discoteche, sale scommesse, pub, scuole di ballo.

Sono APERTI i Luoghi di culto (ma senza cerimonie, compresi i funerali) a condizione di garantire il rispetto delle distanze;

BAR e RISTORANTI aperti tra le 6.00 e le 18.00 ma a condizione del rispetto delle distanze di sicurezza.

In caso di violazione si dispone la SOSPENSIONE dell’attività;

CHIUSI nei FINE SETTIMANA le STRUTTURE DI VENDITA medio/grandi e i CENTRI COMMERCIALI (se presenti al loro interno, aperti anche nei fine settimana GENERI ALIMENTARI, FARMACIE e PARAFARMACIE);

NEGOZI aperti, a condizione del rispetto delle distanze di sicurezza.

SERVIZI EDUCATIVI INFANZIA, ATTIVITA' DIDATTICHE E UNIVERSITÀ SOSPESE FINO AL 3 APRILE

 

A chi rivolgersi
In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica. Oppure chiama il numero verde regionale.

Numero verde regionale
Le Regione Umbria ha attivato il numero 800 63 63 63 attivo tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 20:00 per rispondere alle richieste di informazioni e sulle misure urgenti per il contenimento e la gestione del contagio del nuovo coronavirus in Italia.

Al di fuori di tali orari rivolgersi al numero attivato dal Ministero della Salute 1500.