Stampa

GaglietoleGaglietole si raggiunge dalla strada del Puglia, che congiunge Collepepe a Foligno. Il borgo si è situato sul versante della collina ed offre una suggestiva vista sulla valle del Puglia.

La leggenda vorrebbe che Gaglietole nacque originariamente come insediamento dei Galli Celti, scesi dalla Padania ed infiltrati nel popolo umbro per accerchiare la potenza etrusca.

Il castello di Gaglietole contava, già nel 1299, 52 "fuochi" e risulta a tutt’oggi molto ben conservato; al suo interno ospita la chiesa parrocchiale di San Cristoforo.

Ritornando a valle, lungo la strada del Puglia, è inoltre possibile visitare la Chiesa della Madonna delle Grazie.

Luoghi d'arte e di cultura - Gaglietole

 

GaglietoleChiesa Parrocchiale di San Cristoforo

Eretta all’interno dell’antico castello, la chiesa non ha una vera e propria facciata e presenta una struttura ad aula estremamente semplificata.

Al centro della parete dietro l’altare è posta una tela del Polinori, databile intorno al 1629, raffigurante la “Ultima cena e i santi Cristoforo e Sebastiano” ed ancora due tele, ad opera di Francesco Providoni (Bologna 1633 – Bastia Umbra 1703): una raffigurante la “Madonna del rosario e santi”, l’altra una “Madonna del Carmine e il Crocefisso (…)”

< Ultima Cena con i santi Cristoforo e Sebastiano

 

 

 

 

 

GaglietoleChiesa Parrocchiale di San Cristoforo

La tela "Madonna del Carmine e il Crocefisso con S.Carlo Borromeo, San Giuseppe, le anime del Purgatorio e altri santi" è attribuita a Francesco Providoni (Bologna, 1633 - Bastia Umbra, 1703), ed è databile nella seconda metà del XVII secolo.

< Madonna del Carmine e il Crocefisso con S.Carlo Borromeo, S. Giuseppe

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.